La banalità del volersi bene.

14633681_813129842122778_841208866492389034_o

Lui è Patch Adams, in persona. Chi conosce la sua storia sa che forse non c’è bisogno di dire altro. Ieri sera ho avuto l’onore di ascoltarlo e posso dire che non ho mai incontrato qualcuno cosí: ha fatto ridere, piangere, ballare, stringersi in un abbraccio un intero teatro. Ma soprattutto ci ha intimato di essere “infiltrati d’amore” ovunque (“shine, be funny, be kind and love”). C’è qualcosa di così banale nel volere bene e nel fare del bene, ma forse é in questa semplicità che si nasconde il segreto di ogni cosa.